VAS Lombardia - Associazione Verdi Ambiente e Società ONLUS

Sei in: Home / Notizie / Ecopass, i diesel Euro4 paghino il ticket

Ecopass, i diesel Euro4 paghino il ticket

Per le associazioni un'ulteriore proroga sarebbe una beffa. "Una proroga dell'esenzione dei diesel Euro 4 non dotati di filtri anti particolato equivarrebbe a decretare la lenta agonia dell'Ecopass milanese. Noi non ci stiamo: se si vuole prorogare un Ecopass con assurde deroghe, tanto vale chiudere qui la sua storia".
Così le associazioni che hanno costituito la lobby antismog (Legambiente, Ambiente Milano, Genitori Antismog e VAS Lombardia) si esprimono sulla possibile ennesima proroga alla circolazione dei diesel Euro 4 all'interno dell'area Ecopass.

Il provvedimento può assumere una reale valenza ambientale per la città solo qualora quest’ultima e la sua amministrazione dimostrino il coraggio di procedere nella strada intrapresa estendendo Ecopass sia in termini geografici sia in termini oggettivi.
In caso contrario deve riconoscersi che l’epoca delle politiche antitraffico di Milano sarebbe miseramente finita e che Ecopass rappresenta una foglia di fico non molto diversa dall’inazione.
Abbiamo sempre sostenuto forme di tariffazione del traffico in centro per orientare risorse nel potenziamento del trasporto pubblico e della mobilità sostenibile, anche accettando, per questa fase sperimentale, eccessive concessioni alla maggioranza litigiosa che amministra Milano.

Oggi, reiterare ulteriori proroghe ad auto e camion inquinanti per le emissioni di PM10, quando da 4 anni alcune case automobilistiche offrono di listino auto a benzina e diesel decisamente più pulite, ci sembra più un modo per depotenziare le politiche antismog che per salvare le tasche dei cittadini. La proroga si tradurrebbe in un danno oltre che in una beffa. Un danno perché l'Ecopass con le esenzioni agli euro 4, non genera risorse di cui il servizio pubblico e la mobilità ciclabile avrebbero un gran bisogno.
Abbiamo sempre sostenuto che la mobilità è un diritto, non lo è invece inquinare l'aria e occupare spazio pubblico (per giunta senza pagare!).

L’inquinamento a Milano è dovuto per più del 70% al traffico e genera ogni anno centinaia di morti ed un grave danno sociale: qualunque seria politica in proposito non può che prendere atto di tale realtà e agire coerentemente.

In allegato pubblichiamo gli indici di emissioni inquinanti per vari tipologie di veicoli (calcolati in milligrammi a chilometro di PM10 emesso, estrapolazione da dati Politecnico ed Arpa Lombardia), da cui emerge chiaramente che i diesel euro 4 (non dotati di filtro) inquinano di più di un'auto a benzina euro 0!
Appare evidente dalle tabelle sottostanti la palese incongruenza di un provvedimento anti-inquinamento che consente a mezzi molto inquinanti di circolare liberamente impedendo viceversa la circolazione a mezzi che, ove si considerino le emissioni di particolato che affliggono la nostra città, sono più puliti.

L'ufficio stampa di Legambiente: 347 9774029 – 349 1074971