VAS Lombardia - Associazione Verdi Ambiente e Società ONLUS

Sei in: Home / Notizie / "Chi vuole bene alla Terra? Non certamente chi si riunisce domani a Siracusa"

"Chi vuole bene alla Terra? Non certamente chi si riunisce domani a Siracusa"

Roma 21/04/2009 - L’incontro dei ministri dell’ambiente degli otto potenti del mondo inizia nel giorno in cui si celebra la “Giornata della Terra”, un evento che dal lontano 1970 ogni anno ricorda i grandi problemi da cui dipende la sopravvivenza del nostro pianeta e dei suoi abitanti. Da quasi quattro decenni le organizzazioni internazionali promettono, senza successo, di fermare l’inquinamento dell’atmosfera, responsabile dei mutamenti climatici, l’eccessivo sfruttamento dei combustibili fossili, delle miniere e dei campi coltivati, l’inquinamento delle acque e del suolo e la distruzione delle foreste e del loro patrimonio di biodiversità. Tutti buoni propositi vanificati dagli interessi commerciali e industriali proprio dei forti ed egoistici poteri economici dei paesi potenti del mondo, di quelli che si incontrano adesso ancora una volta a Siracusa. L

e ricette per dimostrare di ”volere bene” alla Terra sono note: modificazioni profonde dei processi di produzione e di consumo, ridistribuzione delle ricchezze minerarie e agricole del pianeta fra i ricchi e i poveri, lotta alla fame, alla sete e alle alluvioni, abitazioni e servizi igienici decenti per quella metà dei terrestri che ne è priva: le energia e tecnologie decenti “a basso contenuto di carbonio” non vanno cercate nell’illusione del nucleare ma nell’uso delle forze del Sole, del vento, della terra. In questa Terra le malattie dei poveri --- miseria, malattie, arretratezza, sete, fame, disoccupazione, violenza --- si possono curare soltanto curando le malattie dei ricchi: eccesso di opulenza, sprechi, e ancora disoccupazione e violenza nello sfruttamento della Terra e dei suoi abitanti.

Dichiarazione del Sen. Guido Pollice, Presidente Nazionale di VAS, Associazione Verdi Ambiente e Società.