VAS Lombardia - Associazione Verdi Ambiente e Società ONLUS

Sei in: Home / Comunicati / OLIMPIADI SOSTENIBILI E PARTECIPATE

OLIMPIADI SOSTENIBILI E PARTECIPATE

Formigoni apra il confronto con la società civile per un'olimpiade sostenibile e partecipata

Roma 2016 versus Milanolombardia2016

"E adesso come la mettiamo? Come affrontiamo la concorrenza di Roma? Come affrontiamo gli errori di Bormio 2005? Formigoni apra davvero un confronto per una candidatura di Milano e della Lombardia per le Olimpiadi che sia sostenibile e partecipata. Non vogliamo - ha dichiarato *Paolo Fassina di Verdi Ambiente e Società Lombardia - che vi sia una gestione dell'evento come quella delle competizione valtellinese, o come quella fin qui utilizzata per il progetto del 2016. Ci sono i prodromi per un fallimento davanti al Cio, Comitato Internazionale Olimpico. Non ci piace fare battaglie contro, come accadde nel '92-'93 per la candidatura Milano 2000, ma se dovesse continuare l'attuale linea lo faremo, senza sconti.

Intanto ricordiamo che per i lavori a Santa Caterina Valfurva si pronuncerà la Corte di Giustizia di Strasburgo dopo il ricorso della Commissione Europea.
Rammentiamo che le opere pubbliche utili al territorio non sono state realizzate.
Ricordiamo, inoltre, che per la prima volta in una competizione internazionale uno sciopero, largamente anticipato, ha bloccato le gare, questo, però, non è colpa del presidente della giunta, forse c'è qualche responsabilità del comitato organizzatore, dal quale tre dirigenti hanno dato le dimissioni a poche ore dall'inizio dell'evento.

Infine vogliamo sottolineare che per Milanolombardia2016 il comitato istituzionale è stato costituito con un anno di ritardo, e che le sue attività sono di fatto ignote, se non fosse per scarni comunicati su www.milanolombardia2016.it che rimanda al sito della stessa Regione. Ma www.milanolombardia2016.org che fine ha fatto?
Non vorremmo che questi errori ci obbligassero a tifare Roma 2016".

Ufficio stampa

Vas Lombardia

Milano, 17 febbraio 2005