VAS Lombardia - Associazione Verdi Ambiente e Società ONLUS

Sei in: Home / Biomercatino / ANCHE IN LOMBARDIA LA GIORNATA NAZIONALE MANGIASANO

ANCHE IN LOMBARDIA LA GIORNATA NAZIONALE MANGIASANO

Domenica 21 maggio VAS, CIA, AIAB e Federconsumatori lanciano la Campagna nazionale Mangiasano per la sicurezza alimentare e la difesa delle varietà vegetali. Previsti anche in Lombardia due mercati biologici, iniziative di sensibilizzazione e raccolte firme per la petizione “Salviamo i semi contadini”.

Spaghetti con pomodori San Marzano, minestre e zuppe di farro, tortellini alla zucca mantovana, marmellate di mele cotogne e di ciliegie visciolone, piatti di carne guarniti con uva spina, dolci con manna delle Madonie. Fra non molto tempo saranno solo un bel ricordo. Sono, infatti, alcune delle varietà vegetali che rischiano di scomparire, portandosi con sé sapori ed odori legati al territorio, conoscenze locali e tradizionali.
A lanciare l’allarme sono VAS-Verdi Ambiente e Società, CIA-Confederazione Italiana Agricoltori, AIAB-Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica e Federconsumatori, che hanno deciso di promuovere per domenica prossima 21 maggio - in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità - la Campagna nazionale Mangiasano.

La campagna nasce per difendere e far conoscere varietà di vegetali storiche i cui semi rischiano di estinguersi e per ribadire il proprio sostegno ad un modello di produzione agricola e di consumo alimentare ecosostenibile e socialmente condiviso. Un modello che non può prescindere dalla difesa dell’agrobiodiversità, una risorsa sempre più minacciata, nonostante da essa dipenda il futuro alimentare del Pianeta.

La biodiversità va difesa in maniera determinata. Bisogna evitare nuovi “scempi”. Nell’ultimo secolo nel mondo sono scomparsi i tre quarti delle diversità genetiche delle colture agricole. E attualmente più di 1400 sono in pericolo di estinzione. In Italia, ad esempio, alla fine del 1800 vi erano 8000 varietà di frutta, mentre oggi si arriva a poco meno di 2000.
Non dobbiamo dimenticare che la stessa omologazione delle varietà genetiche è il frutto di un sistema che premia i grandi gruppi industriali che monopolizzano il mercato globale: per questi è conveniente offrire una ristretta gamma di prodotti, uguali in tutto il mondo, piuttosto che differenziare la produzione in base alle esigenze specifiche dei territori, delle culture, dei cittadini.
Dichiara Guido Pollice, Presidente di VAS-Verdi Ambiente e Società: “A prevalere sono oggi molto spesso gli interessi di coloro che tentano di sfruttare con una mentalità dell’“usa e getta” esclusivamente le risorse genetiche che hanno potenzialità commerciali. Verdi Ambiente e Società, con la campagna Mangiasano, si è da sempre opposta alla logica della brevettazione della materia vivente perché non conforme agli interessi della collettività: la privatizzazione di beni, che prima erano liberamente condivisi e usufruiti, conduce alla loro erosione e alla concentrazione del potere nelle mani di pochi aziende del settore. La materia del contendere è quindi la difesa della biodiversità, degli interessi collettivi, di un modello di sviluppo ecologico*”.

Per questa ragione VAS, CIA, AIAB e Federconsumatori chiedono di adempiere agli impegni assunti nei confronti dei cittadini quando è stata sottoscritta la Convenzione della Biodiversità. Compito del nuovo governo italiano è quello di difendere la nostra agricoltura e la sua ricchezza genetica, puntando sull'agricoltura di qualità, sulla tipicità regionale, mantenendo il divieto di coltivare Ogm e consentendo alle comunità locali il controllo sulle proprie risorse e conoscenze.
Inoltre, con la petizione per salvare i semi contadini dalla scomparsa - presentata oggi nella conferenza stampa tenutasi a Roma – VAS, CIA, AIAB e Federconsumatori chiedono l’applicazione della direttiva Cee (98/95) finora disattesa dai governi, la creazione di una lista nazionale che raccolga le varietà agricole locali, l’iscrizione libera e gratuita su questa lista per le varietà di coloro che conservano, selezionano e diffondono biodiversità.

Nel corso della Giornata nazionale Mangiasano si parlerà di tutto questo, ma non solo. Sono state programmate iniziative in tutta Italia con degustazione di prodotti tipici locali ed eventi culturali.
Per quanto riguarda la Lombardia, gli appuntamenti più importanti sono previsti, durante tutta la giornata di domenica, a Milano in P.za Gramsci e a Boffalora Sopra Ticino in P.za IV Giugno, dove saranno organizzati due mercati del biologico, con banchetti per la raccolta firme a sostegno della petizione, mostre e altre iniziative a tema. In piazza Gramsci a Milano sarà presente al banchetto dell'associazione VAS il Presidente nazionale Guido Pollice.

Per informazioni:
Vas Lombardia
tel. 02 - 66 10 48 88
fax 02 - 89 07 60 20
E-mail: segreteriavaslombardia@vaslombardia.org